100 years

Maserati: l’evoluzione della Sede

Maserati: l’evoluzione della Sede

I Fratelli Maserati fondarono a Bologna il primo dicembre del 1914 la Maserati, un marchio destinato ad entrare nella Storia dell’Automobilismo. Tuttavia un anno prima, nel 1913, Alfieri Maserati aprì a Bologna un’officina Isotta Fraschini, dove lavorò però per breve tempo, fondando qualche mese dopo la Società Anonima Alfieri Maserati. Inizialmente la Maserati nacque come officina a Bologna, in Via de’ Pepoli al numero 1, con i Fratelli Maserati che iniziarono a lavorare ai loro progetti di automobili finché non scoppiò la Prima Guerra Mondiale.

Tra Bologna e Milano con varie attività

Terminata la guerra, Alfieri era intenzionato a far ripartire il suo sogno: trovò così una fabbrica di damigiane dismessa nell’area di Pontevecchio, al numero 179 della Frazione Alemanni di Bologna. Le dimensioni della nuova sede consentirono anche ai Fratelli Maserati di trasferirsi qui con le loro famiglie, con il Tridente che proprio qui diventò la Officine Alfieri Maserati SA. Nel frattempo, durante la guerra, Alfieri Maserati aveva aperto anche una fabbrica di candele per motori a Milano, la Fabbrica Candele Maserati che, nel 1919 si spostò a Bologna.

L’arrivo a Modena

Negli anni venti e trenta la sede della Maserati continuò a sfornare vetture da corsa che vennero vendute in tutto il Mondo, producendo anche automobili stradali caratterizzate dalla tipica eleganza del Tridente abbinata alla sportività derivata dal mondo delle corse. Nel 1937, con l’arrivo della Famiglia Orsi ai vertici del Tridente, Maserati spostò la propria sede dall’originale di Bologna a Modena, in Viale Ciro Menotti, dove ancora oggi vengono progettate e costruite alcune delle più importanti vetture sportive e GT del marchio.

Stream di contenuti per le celebrazioni del Centenario